L’Osservatorio sul Fenomeno della Violenza sulle Donne, con sede presso il Consiglio Regionale della Campania, ha tra le sue funzioni insieme al CO.RE.COM., anche quella di vigilare sui contenuti comunicativi in tema di violenza sulle donne. La comunicazione svolge, infatti, un ruolo centrale nel racconto e nella diffusione dei mutamenti sociali in atto: è un potente mezzo persuasivo soprattutto nei confronti dei giovani. Rispetto pertanto a tale al fenomeno, che prescinde dall’istruzione, dall’etnia, dalla condizione sociale e si basa su un sistema patriarcale ancora presente, solo l’educazione ad una cultura di genere paritaria può servire come strumento di prevenzione e contrasto. Per questo motivo è necessario collaborare con gli istituti scolastici per educare e sensibilizzare le giovani generazioni ad assumere modelli comportamentali rispettosi della parità di genere. In tale ambito, l’Osservatorio sul Fenomeno della Violenza sulle Donne, in collaborazione con il Giffoni Film Festival – il più grande festival di cinema per ragazzi al mondo – bandisce, per l’anno 2020/2021, la III° edizione del bando di concorso denominato PAROLEDELGENERE, destinato agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, con la finalità di far emergere la percezione del fenomeno tra i giovani e creare opportunità di approfondimento della tematica. L’Osservatorio promuove, allo stesso tempo, la visione di due video a tema, selezionati all’edizione 2020 del 2D & 3D Animation Film Festival: Shattered regia di Suyoung Jang e Breaking Ground regia di Tara Norton, Ellie Morlino, Alex Shaulis (visionabili sulla home page del sito dell’Osservatorio https://www.cr.campania.it/osservatorio-violenza-donne/index.php, al fine di stimolare gli studenti – sapientemente coordinati dai loro insegnanti- ad approfondire anche il tema del linguaggio sessista, del body-shaming e delle discriminazioni e offese sui social, raccontando modelli di educazione alla parità tra i sessi, di rispetto delle differenze, di contrasto alle discriminazioni nel mondo digitale, di superamento degli stereotipi di genere a partire dal linguaggio.

Gli studenti sono invitati a scegliere la modalità espressiva preferita fra le categorie proposte dal bando.
I vincitori del bando avranno la possibilità di partecipare, come giurati ufficiali, al Giffoni FilmFestival. La scadenza del bando è prevista per il 1° marzo 2021.

Sono oltre trenta gli artisti e i volti noti che hanno aderito alla campagna social di sensibilizzazione e informazione “It’s time to” per contrastare la violenza di genere, promossa dall’Osservatorio sul Fenomeno della Violenza sulle Donne del Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Rosaria Bruno. Per la seconda edizione, in versione interamente digitale, i protagonisti pubblicheranno video e foto sui propri profili social con contenuti tematici esplicativi contro la violenza e gli stereotipi di genere. Per il cinema hanno partecipato Vincenzo Salemme, Edoardo De Angelis, Marco D’Amore, Serena Rossi, Ivana Lotito, Tosca D’Aquino, Cristina Donadio, Pina Turco, Antonia Truppo, Angela e Marianna Fontana, Ludovica Nasti, Fortunato Cerlino, Massimiliano Gallo. Tra i registi anche Pappi CorsicatoIvan Cotroneo Ciro D’Emilio insieme agli attori Giovanni Esposito, Simona Tabasco, Antonella Morea, Lucianna De Falco, Giorgia Gianetiempo, Silvia Mazzieri, Patrizio Rispo, Giampiero De Concilio, Ludovica Coscione, Maria Bolignano, Martina Attanasio, Gina Amarante. Con loro, lo scrittore Maurizio de Giovanni, Monica Lima del duo comico “Arteteca”, la cantante Emiliana Cantone, il make up artist Ciro Florio. E per il food, i maestri della pizza Franco Pepe Gino Sorbillo con la chef Rosanna Marziale.

Uno strumento, insieme al sito dedicato www.stopviolenzadonne.it, per permettere alle donne di riconoscere i contesti di violenza e anche i mezzi per poterla contrastare. Il sito è accessibile anche tramite quello istituzionale dell’Osservatorio sul Fenomeno della Violenza sulle Donne che, in qualità di organismo di controllo del Consiglio Regionale della Campania, oltre a misurare e monitorare il triste fenomeno, seppur con nuove modalità di interazione dettate dalla difficile situazione che vive il nostro Paese, continua la sua azione a sostegno di tutte le donne vittime di violenza.